Come spiegare l'importanza della gentilezza a tuo figlio?

Bienveillance_Lili-Marlene-Pompon_Cover_DEF

6 min.   Benevolenza, gentilezza, empatia, sensibilità, intelligenza emotiva, emozioni

Essere gentili significa prestare attenzione agli altri, essere premurosi, assicurarsi che stiano bene, attraverso piccoli gesti e poche parole.

La gentilezza fa bene sia agli altri che a te stesso. Ma come insegnarla a tuo figlio?

Photo_DDSM_Max_et_Lili

La gentilezza s'impara!

Dominique de Saint Mars, autrice della collana «Lilli e Max», una vera e propria enciclopedia della vita quotidiana sotto forma di fumetto, ci parla di benevolenza e gentilezza.

«Non è sempre facile essere gentili con gli altri. Alcuni non osano, altri non sanno come fare. Potrebbero avere paura di essere ridicoli o pensare che non sia così importante.

Guardare l'altro con benevolenza, significa capire cosa prova senza giudicare, preoccuparsi per lui e vedere cosa possiamo fare per aiutarlo. Questa capacità la si sviluppa poco a poco.

Quando siamo benevoli, proviamo empatia. L'empatia è il contrario dell'indifferenza. È mettersi nei panni dell'altro come se dovessimo affrontare in prima persona ciò sta vivendo. Abbiamo quindi voglia di sostenerlo e aiutarlo. 

Comunicare bene con gli altri, saperli ascoltare e lasciarli esprimersi, è importate. E rende la vita bella!»

Come sviluppare la gentilezza?

> La gentilezza verso gli altri inizia con la gentilezza verso se stessi. È quindi essenziale dare fiducia ai bambini.
Più sono sicuri di sé, più saranno in grado di aprirsi agli altri e di sviluppare la loro intelligenza emotiva.

> Non appena i bambini imparano a identificare le emozioni che provano e a esprimerle (gelosia, rabbia, tristezza, paura, ecc.), capiscono se stessi.
È importante aiutare i bambini a riconoscere le loro emozioni, in modo che possano poi comprendere quelle di chi li circonda.

> Più siamo gentili con i bambini, consolandoli, ascoltandoli, facendoli ridere... più si svilupperà la loro benevolenza. La gentilezza è contagiosa! 

> Quando un bambino è gentile, paziente e cortese nei confronti di qualcun altro, bisogna riconoscere il suo comportamento positivo. In questo modo si sentono apprezzati e di conseguenza saranno più motivati a compiere altri gesti premurosi. 

> Possiamo incoraggiarli a compiere piccoli gesti di gentilezza gratuiti solo per il gusto di far piacere a qualcuno.

> Quando i bambini riescono a mettersi nei panni dell'altro, sono anche in grado di capire ciò di cui l'altro ha bisogno. E di conseguenza, guarderanno al mondo secondo un punto di vista diverso. 
L'empatia è fondamentale se vogliamo che i nostri figli sviluppino
gradualmente relazioni sane e sincere.

Come essere gentile?

Bienveillance_Max-Kofi

I modi di essere gentile con gli altri dipendono dalle situazioni e possono includere:

> Ascoltare, prestare attenzione e cercare di capire l'altro.
> Parlare con l'altro per aiutarlo a esprimere ciò che prova.
> Condividere la propria esperienza.
> Cercare di mettersi nei panni dell'altro.
> Aiutare in caso di bisogno.

10 esempi di gesti gentili da condividere con tuo figlio

1. Ascoltare un amico che ha un problema e aiutarlo a trovare una soluzione.

2. Tirare su il morale a un amico giù di corda.

3. Non spifferare il segreto di un'amica che ti ha confessato di essere innamorata.

4. Condivere la propria esperienza con un amico che sta vivendo la stessa situazione difficile.

5. Rispettare le idee di un amico che la pensa diversamente.

6. Rassicurare un amico che non ha fiducia in se stesso, dicendogli che nessuno è perfetto e che tutti hanno delle qualità.

7. Portare i compiti a un compagno di classe che è stato assente da scuola.

8. Provare a chiarirsi con un amico per fare la pace dopo aver litigato.

9. Prendere le difese di un amico che viene prese in giro.

10. Non seguire un amico che vuole fare qualcosa di pericoloso e spiegargli il perché.

Bienveillance_Lili-Clara

Materiali sulla gentilezza a disposizione gratuitamente

Per parlare in famiglia e/o in classe dell'importanza della gentilezza, scarica:

> la lezione da proiettare «Come essere gentili?» 

> la scheda corrispondente per gli alunni

> il poster «Sì alla gentilezza!»

Libri «Lilli e Max» sulla gentilezza

Calligram ti mette anche a disposizione una proposta di scheda di lettura per libri «Lilli e Max» che trattano il tema della gentilezza, ovvero:

  • « N°14 - Max ha un compagno di classe disabile »

 

Le schede sono state pensate per far lavorare gli alunni in autonomia e in gruppo.

← Precedente Successivo →
ARTICOLI SUGGERITI PER VOI
Home CalliBlog Ricerca Account Carrello